Compila il modulo!

Sarai contattato gratuitamente da un nostro operatore per una consulenza sulle migliori offerte

  • Servizio Gratuito Nessuna commissione
  • Nessun obbligo Nessun impegno
  • Le migliori offerte Prezzi bassi

Richiedi Proseguendo si accettano i Termini e le Condizioni del servizio

Home » Quanto consuma » Quanto consuma un frigorifero

Quanto consuma un frigorifero

In ogni casa gli elettrodomestici hanno un ruolo fondamentale e possono semplificare molte azioni quotidiane, ma comportano un consumo di energia. Alcuni di questi, quali televisore e computer, possono ad esempio essere messi in stand by quando sono inutilizzati, ma lo stesso non si può dire del frigorifero, necessario per la conservazione di molti alimenti, quali ad esempio latte, salumi e formaggi, oltre magari alle bevande in estate.

Questa esigenza richiede la necessità di tenerlo acceso 24 ore su 24, proprio per questo può essere determinante scegliere un modello che non impatti eccessivamente sui costi che ci ritroveremo in bolletta. Ma quanto consuma un frigorifero? Non è così impossibile farci un’idea piuttosto precisa.

Quanto consuma un frigorifero? Il calcolo

Non è così semplice capire quanto consuma un frigorifero, visto che l’impatto in finale in bolletta può dipendere da molti fattori, tra cui spiccano la classe energetica e la dimensione. Gli elettrodomestici di recente produzione hanno certamente un costo di mercato maggiore, ma il risparmio che garantiscono a livello di consumo permetterà di rientrare in breve tempo dell’investimento fatto.

Se non si vogliono evitare sprechi è fondamentale non lasciare lo sportello aperto se non strettamente necessario.

Gli elettrodomestici in classe A sono certamente quelli più efficienti sul piano energetico, ma anche in questo ambito possono esserci delle piccole differenze. I frigoriferi in classe A+++ hanno in media un consumo pari a 166 kWh annui, mentre se si passa a quelli in classe A+ può essere pari a 344 kWh.

I meno efficienti sono quelli in classe G, che hanno consumi che possono superare anche i 700 kWh.

Il frigorifero è comunque l’elettrodomestico che spesso non viene sostituito se non quando è strettamente necessario, proprio per questo c’è chi ne sta utilizzando uno che può avere anche 20 anni di vita alle spalle. Certamente questa non rappresenta la scelta migliore a livello economico: spesso possono arrivare ad assorbire 781 kWh l’anno, decisamente di più rispetto ai migliori modelli presenti oggi in commercio (in media 100 kWh).

Quanto consuma un frigorifero al giorno

Un frigorifero di classe B ha un consumo medio di 160 kWh annui. Quanto consuma, dunque, al giorno? La risposta è 0,44 kWh.

Volendo capire quanto spendiamo in termini economici, basterà moltiplicare 0,44 kWh per il costo finito in bolletta di 1 kWh. Al momento in cui si scrive, tale prezzo si aggira attorno ai 23,75 centesimi di euro per kilowattora.

Un frigorifero di classe B ci fa spendere mediamente 0,1045 € al giorno.

Tale consumo è calcolato su un elettrodomestico nuovo. Nel caso in cui il frigorifero avesse qualche anno sulle spalle, il consumo giornaliero aumenterebbe sensibilmente.

  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale, Domiciliazione su carta di credito, Bollettino precompilato, attraverso l’APP IrenYou

  • Prezzo 64,90 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell’offerta

Fornitore: Iren Mercato

  • Materia Energia 537,66 €
  • Trasporto e gestione del contatore 122,22 €
  • Oneri di sistema 104,32 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 70,80 €
  • Offerta dedicata ai soli clienti domestici che acquistano il prodotto assicurativo “Universo Casa Plus”
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di kWh.
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale, Bollettino precompilato

  • Prezzo 65,60 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell’offerta

Fornitore: Enel Energia

  • Materia Energia 576,44 €
  • Trasporto e gestione del contatore 122,22 €
  • Oneri di sistema 104,32 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 82,48 €
  • Offerta di Energia Elettrica dedicata ai siti ad uso domestico, disponibile solo per i clienti che hanno sottoscritto entro il 31.08.2024 un contratto per l’acquisto di un Climatizzatore con Enel X Italia S.r.l. e che sono possessori di un codice a bruciatura fornito da Enel X Italia S.r.l. successivamente al pagamento del Climatizzatore. L’offerta prevede un prezzo della componente energia e un corrispettivo di commercializzazione e vendita (poi anche CCV luce) fissi per 12 mesi decorrenti dalla data di attivazione della fornitura. Al Cliente sarà attribuito un bonus complessivo di 360€ che sarà riconosciuto in bolletta, a partire dal primo mese di fornitura per 36 mesi, con un importo mensile pari a 10€ che sarà decurtato dal corrispettivo totale fatturato in bolletta. Nei casi di attivazione infra-mese della fornitura il bonus sarà corrisposto, con le medesime tempistiche, secondo la logica del pro-die con riferimento alla prima fattura emessa e fino, in ogni caso, al raggiungimento di 360€. Tutti gli importi sopra indicati sono da intendersi IVA inclusa. In caso di recesso o cessazione dal presente contratto di fornitura o di sottoscrizione di un nuovo contratto con Enel Energia avente ad oggetto un’offerta differente da quella di cui alle presenti Condizioni tecnico economiche (CTE), sarà invece riconosciuta al Cliente la quota parte del bonus maturato sino a quel momento. Enel Energia si riserva il diritto di sospendere o interrompere l’erogazione del bonus in caso di mancato e/o ritardato pagamento di una o più fatture.
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di kWh.
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale, Bollettino precompilato

  • Prezzo 65,64 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell’offerta

Fornitore: Enel Energia

  • Materia Energia 576,88 €
  • Trasporto e gestione del contatore 122,22 €
  • Oneri di sistema 104,32 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 82,52 €
  • Offerta di Energia Elettrica dedicata ai siti ad uso domestico ed è disponibile solo per i clienti che hanno sottoscritto entro il 03/05/2024 un contratto per l’acquisto di un impianto Fotovoltaico, Fotovoltaico con Storage o solo Storage da Enel X Italia e che sono possessori di un codice a bruciatura fornito da Enel X Italia successivamente al pagamento dell’impianto Fotovoltaico da Tetto o Storage. L’offerta prevede un prezzo della componente energia e un corrispettivo di commercializzazione e vendita (poi anche CCV luce) fissi per 12 mesi decorrenti dalla data di attivazione della fornitura. Al Cliente sarà attribuito un bonus complessivo di 1200€ che sarà riconosciuto in bolletta, a partire dal primo mese di fornitura per 120 mesi, con un importo mensile pari a 10€ che sarà decurtato dal corrispettivo totale fatturato in bolletta. Nei casi di attivazione infra-mese della fornitura il bonus sarà corrisposto, con le medesime tempistiche, secondo la logica del pro-die con riferimento alla prima fattura emessa e fino, in ogni caso, al raggiungimento di 1200€. Tutti gli importi sopra indicati sono da intendersi IVA inclusa. In caso di recesso o cessazione dal presente contratto di fornitura o di sottoscrizione di un nuovo contratto con Enel Energia avente ad oggetto un’offerta differente da quella di cui alle presenti Condizioni tecnico economiche (CTE), sarà invece riconosciuta al Cliente la quota parte del bonus maturato sino a quel momento. Enel Energia si riserva il diritto di sospendere o interrompere l’erogazione del bonus in caso di mancato e/o ritardato pagamento di una o più fatture.
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di kWh.
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale, Domiciliazione su carta di credito, Bollettino precompilato

  • Prezzo 66,28 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell’offerta

Fornitore: Edison Energia

  • Materia Energia 474,76 €
  • Trasporto e gestione del contatore 122,22 €
  • Oneri di sistema 104,32 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 72,31 €
  • Edison Dynamic Luce è l’offerta 100% green di Edison Energia che garantisce un prezzo variabile coerente con gli andamenti del mercato energetico (PUN). E’ inoltre possibile personalizzare l’offerta scegliendo fra prodotti assicurativi e di risparmio energetico.Con EDISON DYNAMIC LUCE soddisfi il totale fabbisogno energetico e rispetti l’ambiente con energia proveniente da fonti rinnovabili.
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di kWh.
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria

  • Prezzo 66,91 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell’offerta

Fornitore: A2A Energia

  • Materia Energia 481,56 €
  • Trasporto e gestione del contatore 122,22 €
  • Oneri di sistema 104,32 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 72,99 €
  • A2A Click Luce è l’offerta che puoi sottoscrivere esclusivamente online e che fissa per un anno il prezzo dell’energia elettrica, prodotta al 100% da fonti rinnovabili.
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di kWh.

Consigli per ridurre i consumi

Il frigorifero non può ovviamente essere spento per conservare i cibi che vengono mantenuti all’interno, ma è possibile comunque fare qualcosa per poter ridurre i consumi ed evitare salassi in bolletta. Niente paura, bastano davvero poche semplici accortezze per raggiungere l’obiettivo. Ecco cosa puoi fare.

  • Attenzione alla classe energetica. Quando si parla di elettrodomestici è sempre necessario prestare attenzione alla classe energetica, elemento che incide in maniera decisa sui consumi. Al di là delle dimensioni, è indispensabile che sia di classe A+, che ha un consumo del 60% in meno rispetto a un apparecchio che ha diversi anni di vita alle spalle. Recentemente questa classificazione è stata sostituita da una scala di colori, che va dal verde al rosso, con la classe A in verde scuro che rappresenta il livello massimo di efficienza energetica e la classe G in rosso scuro che indica il livello più alto di consumi.
  • Attenzione alla temperatura. Un aspetto poco considerato ma che può risultare determinante sui costi che ci ritroveremo in bolletta è la temperatura a cui impostiamo l’apparecchio. Spesso, infatti, si pensa che questa sia preimpostata e che non si possa fare altrimenti, ma in realtà non è così. L’ideale se non si vuole andare incontro a un salasso sarebbe impostare la temperatura del frigo tra 1° e 4° C e quella del congelatore a -18° C. Per ogni grado al di sotto il consumo crescerà del 5%.
  • Scegli bene dimensione e posizione. In un’ottica di risparmio la grandezza di questo elettrodomestico svolge un ruolo importante. Come è facile immaginare, un apparecchio più grande consuma di più, ma può essere pressoché inutile per una famiglia di due-tre persone, specialmente perché difficilmente si conservano dei cibi per troppi giorni. E’ importante poi anche evitare di posizionare frigorifero e congelatore (vale per chi li prende combinati) vicino a fonti di calore, altrimenti l’effetto che dovrebbero svolgere viene praticamente vanificato. Non si dovrebbero quindi mai mettere nei pressi di forno elettrico, piano cottura, stufe e termosifoni, ma anche in stanze dove per diverse ore della giornata il sole può entrare senza grande difficoltà. Per riuscire a raggiungere la temperatura necessaria servirà così un maggiore consumo di energia, oltre a diminuire il ciclo di vita del dispositivo. Si dovrà inoltre metterlo a una distanza di circa 20 centimetri dalla parete, in modo tale da garantire un ricambio d’aria ed evitare che sul muro possano formarsi quelle antiestetiche macchie nere. 
  • La manutenzione è importante. Se si vuole che l’apparecchio duri più a lungo e che i cibi non vadano male, si dovrebbe programmare almeno una volta al mese un controllo generale a livello di manutenzione. Si dovrebbe così sbrinarlo per eliminare il ghiaccio che può accumularsi e sostituire le guarnizioni se queste dovessero risultare troppo vecchie o ormai usurate. il