Compila il modulo!

Sarai contattato gratuitamente da un nostro operatore per una consulenza sulle migliori offerte

  • Servizio Gratuito Nessuna commissione
  • Nessun obbligo Nessun impegno
  • Le migliori offerte Prezzi bassi

Richiedi Proseguendo si accettano i Termini e le Condizioni del servizio

Home » Quanto consuma » Quanto consuma uno scaldabagno elettrico

Quanto consuma uno scaldabagno elettrico

Quanto consuma un boiler elettrico? Meglio scegliere uno scaldabagno elettrico o a gas? Scoprilo con PrimaLuce

Il consumo energetico dello scaldabagno elettrico rappresenta una percentuale abbastanza alta della spesa per la bolletta dell’energia elettrica, che può arrivare fino al 70%. Oggi ComparaSemplice vi spiega come funziona un boiler elettrico per riscaldare l’acqua, quanto consuma e come risparmiare.

Quanto consuma uno scaldabagno elettrico?

Uno scaldabagno elettrico è un dispositivo utilizzato per riscaldare l’acqua delle abitazioni, anche se oggi sono disponibili sul mercato soluzioni più efficienti e soprattutto meno dispendiose.

Secondo un’indagine condotta da Legambiente un boiler elettrico da 1000 Watt tenuto acceso per 6 ore al giorno ha un consumo energetico di 2.000 kWh annui. Per fare un ulteriore esempio uno scaldabagno ha lo stesso consumo energetico di 8 frigoriferi di classe A da 300 litri accesi per 24 ore. Quindi, un boiler tenuto acceso 24 ore su 24 può rappresentare fino al 70% dei costi in bolletta luce.

Secondo altri studi, la preparazione di un litro di acqua calda consuma in media 0,058 chilowattora (kWh) di energia, nel caso di una famiglia composta da 4 persone e che necessita di circa 160 litri di acqua calda al giorno. In tale famiglia, il consumo di energia del boiler sarà di circa 9,3 kWh al giorno, per un totale annuo superiore a 3.300 kWh.

Come puoi intuire stimare il consumo energetico di uno scaldabagno o boiler elettrico non è così facile e scontato: per calcolare l’esatto consumo, l’ideale sarebbe poter associare al dispositivo un contatore di energia. Ovviamente i consumi di uno scaldabagno elettrico sono di norma più contenuti di quanto visto fino ad ora in quanto il maggiore consumo energetico dello scaldabagno elettrico si ha nel momento in cui lo accendiamo e nella fase immediatamente successiva, dove l’acqua viene riscaldata. In generale pertanto possiamo stimare che un boiler elettrico vada a consumare 1 kWh al giorno se utilizzato per circa 6 ore non consecutive.

Abbiamo introdotto un importante discriminante costituita dall’utilizzo in termini di orario. Conviene tenerlo sempre acceso oppure spegnerlo e riaccenderlo ogni volta che ci serve? Su questa domanda esistono diverse opinioni discordanti ma in realtà tutto dipende da diversi fattori come la temperatura ambiente, la massa d’acqua contenuta dal boiler, il sistema usato per scaldare l’acqua e così via.

Quanto consuma uno scaldabagno da 30 litri?

Uno scaldabagno elettrico da 30 litri è uno dei più piccoli in commercio e si adatta alle esigenze di una persona che vive da sola. In questo caso anche la potenza del boiler sarà ridotta, di solito intorno ai 1200 W. Pertanto ipotizzando di utilizzarlo ad una temperatura standard di 45°C il consumo sarà di circa 1,6 kW al giorno, pari a circa 48kW al mese.

Quanto consuma uno scaldabagno da 50 litri?

Il boiler elettrico da 50 litri, ideale per una famiglia di 2 persone, solitamente ha una potenza di 1.600 W e può arrivare a consumare circa 113 kW al mese, se utilizzato ad una temperatura massima di 45 gradi.

Quanto consuma uno scaldabagno da 80 litri al mese?

Lo scaldabagno da 80 litri impostato a 45°, utilizzando una potenza di 2000 W può avere consumi intorno ai 120 kW al mese.

Quanto consuma uno scaldabagno da 100 litri al mese?

Un boiler elettrico da 2400 W con una capacità di accumulo di 100 litri ha consumi di circa 125 kW al mese se utilizzato ad una temperatura di 45° C, in pratica circa 4 kW al giorno.

Quanto consuma uno scaldabagno da 1200W?

Uno scaldabagno elettrico da 1200 W impostato per raggiungere una temperatura massima di 45°C richiede 1 ora e 40 minuti per raggiungere la temperatura massima ed ha un consumo di circa 48 kW al mese.

Conviene spegnere lo scaldabagno di notte?

Non esiste una risposta univoca, ma dipende molto dalle abitudini di utilizzo e dalle dimensioni. Solitamente dato che i consumi maggiori avvengono nella fase di accensione e considerati i tempi necessari per portare a temperatura l’acqua l’operazione di spegnimento non è molto conveniente.

  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale, Domiciliazione su carta di credito, Bollettino precompilato, attraverso l’APP IrenYou

  • Prezzo 64,90 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell’offerta

Fornitore: Iren Mercato

  • Materia Energia 537,66 €
  • Trasporto e gestione del contatore 122,22 €
  • Oneri di sistema 104,32 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 70,80 €
  • Offerta dedicata ai soli clienti domestici che acquistano il prodotto assicurativo “Universo Casa Plus”
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di kWh.
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale, Bollettino precompilato

  • Prezzo 65,60 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell’offerta

Fornitore: Enel Energia

  • Materia Energia 576,44 €
  • Trasporto e gestione del contatore 122,22 €
  • Oneri di sistema 104,32 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 82,48 €
  • Offerta di Energia Elettrica dedicata ai siti ad uso domestico, disponibile solo per i clienti che hanno sottoscritto entro il 31.08.2024 un contratto per l’acquisto di un Climatizzatore con Enel X Italia S.r.l. e che sono possessori di un codice a bruciatura fornito da Enel X Italia S.r.l. successivamente al pagamento del Climatizzatore. L’offerta prevede un prezzo della componente energia e un corrispettivo di commercializzazione e vendita (poi anche CCV luce) fissi per 12 mesi decorrenti dalla data di attivazione della fornitura. Al Cliente sarà attribuito un bonus complessivo di 360€ che sarà riconosciuto in bolletta, a partire dal primo mese di fornitura per 36 mesi, con un importo mensile pari a 10€ che sarà decurtato dal corrispettivo totale fatturato in bolletta. Nei casi di attivazione infra-mese della fornitura il bonus sarà corrisposto, con le medesime tempistiche, secondo la logica del pro-die con riferimento alla prima fattura emessa e fino, in ogni caso, al raggiungimento di 360€. Tutti gli importi sopra indicati sono da intendersi IVA inclusa. In caso di recesso o cessazione dal presente contratto di fornitura o di sottoscrizione di un nuovo contratto con Enel Energia avente ad oggetto un’offerta differente da quella di cui alle presenti Condizioni tecnico economiche (CTE), sarà invece riconosciuta al Cliente la quota parte del bonus maturato sino a quel momento. Enel Energia si riserva il diritto di sospendere o interrompere l’erogazione del bonus in caso di mancato e/o ritardato pagamento di una o più fatture.
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di kWh.
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale, Bollettino precompilato

  • Prezzo 65,64 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell’offerta

Fornitore: Enel Energia

  • Materia Energia 576,88 €
  • Trasporto e gestione del contatore 122,22 €
  • Oneri di sistema 104,32 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 82,52 €
  • Offerta di Energia Elettrica dedicata ai siti ad uso domestico ed è disponibile solo per i clienti che hanno sottoscritto entro il 03/05/2024 un contratto per l’acquisto di un impianto Fotovoltaico, Fotovoltaico con Storage o solo Storage da Enel X Italia e che sono possessori di un codice a bruciatura fornito da Enel X Italia successivamente al pagamento dell’impianto Fotovoltaico da Tetto o Storage. L’offerta prevede un prezzo della componente energia e un corrispettivo di commercializzazione e vendita (poi anche CCV luce) fissi per 12 mesi decorrenti dalla data di attivazione della fornitura. Al Cliente sarà attribuito un bonus complessivo di 1200€ che sarà riconosciuto in bolletta, a partire dal primo mese di fornitura per 120 mesi, con un importo mensile pari a 10€ che sarà decurtato dal corrispettivo totale fatturato in bolletta. Nei casi di attivazione infra-mese della fornitura il bonus sarà corrisposto, con le medesime tempistiche, secondo la logica del pro-die con riferimento alla prima fattura emessa e fino, in ogni caso, al raggiungimento di 1200€. Tutti gli importi sopra indicati sono da intendersi IVA inclusa. In caso di recesso o cessazione dal presente contratto di fornitura o di sottoscrizione di un nuovo contratto con Enel Energia avente ad oggetto un’offerta differente da quella di cui alle presenti Condizioni tecnico economiche (CTE), sarà invece riconosciuta al Cliente la quota parte del bonus maturato sino a quel momento. Enel Energia si riserva il diritto di sospendere o interrompere l’erogazione del bonus in caso di mancato e/o ritardato pagamento di una o più fatture.
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di kWh.
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria, Domiciliazione postale, Domiciliazione su carta di credito, Bollettino precompilato

  • Prezzo 66,28 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell’offerta

Fornitore: Edison Energia

  • Materia Energia 474,76 €
  • Trasporto e gestione del contatore 122,22 €
  • Oneri di sistema 104,32 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 72,31 €
  • Edison Dynamic Luce è l’offerta 100% green di Edison Energia che garantisce un prezzo variabile coerente con gli andamenti del mercato energetico (PUN). E’ inoltre possibile personalizzare l’offerta scegliendo fra prodotti assicurativi e di risparmio energetico.Con EDISON DYNAMIC LUCE soddisfi il totale fabbisogno energetico e rispetti l’ambiente con energia proveniente da fonti rinnovabili.
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di kWh.
  • Fatturazione: Bimestrale

    Pagamento: Domiciliazione bancaria

  • Prezzo 66,91 €/mese
  • Consulenza

Informazioni su costi e opzioni dell’offerta

Fornitore: A2A Energia

  • Materia Energia 481,56 €
  • Trasporto e gestione del contatore 122,22 €
  • Oneri di sistema 104,32 €
  • Imposte di consumo 21,79 €
  • IVA 72,99 €
  • A2A Click Luce è l’offerta che puoi sottoscrivere esclusivamente online e che fissa per un anno il prezzo dell’energia elettrica, prodotta al 100% da fonti rinnovabili.
I costi sono basati sul totale annuale delle bollette e rappresentano le singole voci nel dettaglio, per un consumo stimato di kWh.

Come funziona uno scaldabagno?

Anche se oggi la maggior parte delle abitazioni sono dotate di altre soluzioni più moderne e più convenienti, alcune case utilizzano ancora lo scaldabagno o boiler elettrico.

Come anticipato, il consumo energetico dello scaldabagno elettrico è piuttosto elevato e certo non vi permette di risparmiare sulla bolletta della luce.

Ma come funziona un boiler elettrico? In pratica, l’energia elettrica viene trasformata in energia termica e questo processo comporta una spesa elevata per quanto riguarda i consumi domestici: il consumo energetico scaldabagno può arrivare a contribuire fino al 70% al costo della bolletta dell’energia elettrica!

Esistono diversi tipi di boiler, di varie dimensioni e varie capacità, ma generalmente sono tutti accomunati dalla forma cilindrica: ad esempio, un modello da 150kW richiederà un’elevata quantità di energia, oltre ad essere molto ingombrante. Conviene scegliere uno scaldabagno adatto alla propria abitazione e alle proprie esigenze familiari per evitare di ritrovarsi con bollette alte o, al contrario, con poca acqua calda per tutti.

Come limitare i consumi e risparmiare con lo scaldabagno elettrico?

Adesso scopriamo insieme qualche consiglio per risparmiare sul consumo energetico del boiler elettrico, premettendo che la soluzione più efficace sarebbe quella di sostituirlo con un modello alimentato a gas o a GPL. Infatti i boiler a gas e a GPL garantiscono un notevole risparmio perché si attivano soltanto quando aprite il rubinetto dell’acqua calda.

Se invece non potete sostituire il vostro boiler con modelli di riscaldamento dell’acqua più efficienti, ecco qualche consiglio per risparmiare:

  • far posizionare il boiler accanto agli impianti che deve servire (cucina, bagno, …), così che l’acqua non perda il calore durante il suo viaggio attraverso i tubi
  • impostare una temperatura adatta alle vostre esigenze: di solito si consiglia 45-55 gradi in inverno e 40 durante la stagione calda
  • se avete la possibilità, acquistate anche un boiler di dimensioni più piccole da posizionare in cucina e da tenere acceso indipendentemente dallo scaldabagno più grande
  • ricoprite lo scaldabagno con una copertura termicamente isolante (le trovate in tutti i negozi appositi): in tal modo il calore non si disperde e l’acqua rimane calda più a lungo
  • dotate il boiler di un timer in modo da poter programmare l’orario di accensione e di spegnimento, evitando così che resti acceso quando non lo utilizzate
  • se non siete a casa per lunghi periodi (per esempio durante le vacanze estive), conviene spegnere lo scaldabagno in modo da non ritrovarsi con una bolletta esorbitante

Infine, esistono piccoli accorgimenti che ognuno di noi può seguire per evitare sprechi inutili! Ad esempio, cercate di utilizzare la doccia invece che la vasca da bagno oppure installate sui vostri rubinetti dei semplici riduttori di flusso che vi garantiranno anche un risparmio fino al 30-40% sulla vostra bolletta energia elettrica.

Siete alla ricerca di un’offerta energia elettrica conveniente? ComparaSemplice.it è il comparatore di tariffe gratis che fa al caso vostro! Su ComparaSemplice troverete tutte le tariffe luce presenti sul mercato e potrete risparmiare fino a 150 euro sulla vostra bolletta!

Meglio un boiler elettrico o a gas?

Per rispondere a questa domanda dovremmo partire da come funziona uno scaldabagno a gas. Questa tipologia di scaldabagno consente un riscaldamento immediato dell’acqua e di avere pertanto acqua calda sempre. Tra gli altri vantaggi la possibilità di avere offerte per il gas più convenienti e con un costo al metro cubo di gas solitamente inferiore rispetto al costo luce.

Passando agli svantaggi il limite principale è dato dal costo di acquisto più elevato e dalla necessità di lavori più impattanti per la sua attivazione (basti pensare al fatto di dover portare il gas in casa, qualora non fosse già stato previsto).